Il Presidente Antoci ed i Sindaci compatti: priorità alla crescita.

PRESIDENTE E DIRETTORE PARCO RIUNIONE18GENNS. Agata Militello, 18 gennaio 2017–
Organizzato dal Presidente Antoci con tutte le Amministrazioni interessate dalla costituenda Agenzia di sviluppo Territoriale dei Nebrodi un confronto con i Sindaci del comprensorio, anche per le recenti notizie in merito all’Aeroporto del Mela.
Se infatti la progettualità relativa all’aeroporto nella Piana di Caronia – che si trova in una fase di studio avanzata rispetto alle altre ipotizzate in questi giorni – rimane la soluzione privilegiata per i Comuni dei Nebrodi, per le ovvie refluenze di sviluppo economico del territorio, per Giuseppe Antoci ed i Sindaci comunque non sono da escludersi altre soluzioni. I Nebrodi faranno comunque parte, come dichiarato dal Presidente Crocetta, anche del coordinamento regionale previsto per l’aeroporto del Mela.
“Per i Nebrodi appare evidente che l’ipotesi privilegiata è quella dell’aeroporto nella Piana di Caronia che abbraccia anche il bacino di utenza delle Isole Eolie- dichiara Antoci - ma siamo certamente pronti a collaborare con investitori privati che vorranno investite in provincia di Messina e non far perdere, dunque, nessuna occasione al territorio. Quindi piena collaborazione”.


L’ipotesi di realizzazione di un aeroporto nell’area dei Nebrodi inoltre troverebbe maggior forza stante i contatti intercorsi per migliorare l’intera rete di collegamenti, per mettere in rete mare e monti in una logica di proattività.Su questo argomento saranno alcuni Sindaci ad occuparsi di raccogliere e segnalare tutte le criticità legate alla viabilità dei Nebrodi e le proposte del comprensorio per farne, dunque, diventare un impegno comune di tutti.
Avendo a nostra disposizione i fruitori dell’area protetta ma anche quelli dei porti in corso di realizzazione, siamo sicuri che un investimento nel comprensorio dei Nebrodi sia di gran lunga più conveniente – in termini costi/benefici – rispetto alle altre ipotesi conclude Antoci, annunciando insieme ai Sindaci presenti la costituzione di un soggetto giuridico che diventerà un contenitore di idee e soprattutto di progetti per migliorare il territorio.
Insomma, l’Agenzia di Sviluppo del Territorio pensata qualche mese fa, prende di fatto corpo e sostanza.